Grafica del titolo del sistema operativo CloudLinux
Sistemi Operativi, Server dedicati

Sistema operativo CloudLinux: ideale per l'hosting condiviso

Cari lettori del blog, vi diamo un caloroso benvenuto al nostro ultimo aggiornamento. Oggi abbiamo un altro nuovo arrivato nel settore del software e questo sicuramente ispirerà alcuni di voi. Alcuni di voi ci hanno già parlato del sistema operativo CloudLinux in passato e ora è giunto il momento di aggiungere il sistema operativo CloudLinux alla nostra gamma di software. Ebbene, alcuni di voi sanno esattamente di cosa si tratta, ma è inevitabile che l'una o l'altra pepita di informazioni sia nuova per gli esperti tra di voi. Quindi iniziamo!

In breve, che cos'è il sistema operativo CloudLinux?

Come suggerisce il nome, questo è un sistema operativo basato su Linux. Certo, non è una base arbitraria, ma una distribuzione rinomata: CentOS. CentOS costituisce la base per questo ed è supportato con un kernel OpenVZ modificato. Il sistema operativo riceve tutte le funzionalità del kernel OpenVZ e altro ancora. L'attenzione qui è sull'ambiente virtuale leggero o LVE in breve. Torneremo alla LVE nel corso del post sul blog. Ciò che distingue questo sistema operativo dagli altri è il componente all-in-one per le infrastrutture di hosting condiviso. L'intero sistema è stato progettato appositamente per la fornitura di server virtuali. Inoltre, il sistema operativo stesso è relativamente leggero sul sistema e fa solo un uso minimo del pool di risorse.

LVE e altre funzionalità

LVE e il LVE Manager associato sono il cuore di questo software. L'hosting condiviso include la gestione di più clienti e delle loro istanze virtuali. Il LVE Manager viene messo in gioco in modo che ciò possa essere eseguito nel modo più semplice e conveniente possibile. Con questo strumento è possibile per l'amministratore fornire a tutti i clienti esattamente la quantità di risorse - vCore, RAM, storage, ecc. - a cui hanno diritto. In caso di superamento dei limiti da parte dei singoli clienti, il Responsabile LVE interviene e lo impedisce. Qui l'amministratore può impostare individualmente il limite e anche salvare le impostazioni come "pacchetto" per il futuro e parametri di progettazione per i prodotti.

Anche la sicurezza è curata. La caratteristica più importante di questa ondata, CageFS, garantisce che i clienti non abbiano alcuna visione delle istanze o dei flussi di informazioni di altri clienti. Inoltre, vengono evitati gli attacchi comuni ai sistemi di hosting condiviso, comprese le escalation di privilegi e gli attacchi alle chiusure di informazioni. Parlando di "attacchi" con la prossima funzionalità di sicurezza, ovvero SecureLinks, gli attacchi con link simbolici vengono respinti. Infine, HardenedPHP entra nel mix. Con questa funzione integrata, le versioni PHP vecchie o non supportate possono essere aggiornate automaticamente. Ciò previene lacune nella sicurezza che potrebbero altrimenti scivolare sotto il radar. 

Ci auguriamo che con questo post potremmo darvi una piccola panoramica del nuovo sistema operativo CloudLinux. Puoi trovare maggiori informazioni qui. Siamo felici di rispondere a qualsiasi domanda tu possa avere. Basta scrivere un'e-mail - con le tue domande - a info@webtropia.com o usa comodamente il nostro contatto.

Tanti saluti, il tuo team da webtropia.com

post precedente Next post

Ti potrebbe piacere anche

Non ci sono commenti

Lascia un Commento

Questo sito Web utilizza Akismet per ridurre lo spam. Ulteriori informazioni su come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.